Un defibrillatore a corrente continua eroga un impulso breve e intenso al muscolo cardiaco. Il defibrillatore/monitor LIFEPAK 20 eroga questa energia tramite elettrodi monouso o piastre standard o interne applicate sul torace del paziente. La defibrillazione è solo un aspetto della terapia medica necessaria per rianimare un paziente con un ritmo ECG da trattare. A seconda della situazione, altre misure di soccorso possono includere: • Rianimazione cardiopolmonare (RCP) • Somministrazione di ossigeno supplementare • Terapia farmacologica È noto che il successo della rianimazione dipende dal periodo di tempo trascorso tra l’insorgenza di un ritmo cardiaco che non mette in circolo sangue (fibrillazione ventricolare, tachicardia ventricolare senza polso) e la defibrillazione. L’American Heart Association ha identificato i seguenti fattori come anelli critici nella catena della sopravvivenza dopo un attacco cardiaco: • Accesso precoce • Rianimazione cardiopolmonare (RCP) precoce somministrata dai primi soccorritori o dai presenti • Defibrillazione precoce • Soccorso medico specialistico precoce